Home / La Società / Storia / Destinazione 125°

Destinazione 125°

Il Velo Club Mendrisio compie cent’anni

Gli importanti festeggiamenti, minuziosamente organizzati e distribuiti su 10 intensi mesi, vogliono lasciare in tutti gli amanti del ciclismo un ricordo indelebile.

Ricordi, appunto. Le commemorazioni sono giocoforza rivolte verso al passato. E’ bello così: sediamoci un attimo, con calma, sfogliamo i giornali d’epoca, i libri, guardiamo le fotografie e i filmati in bianco e nero. Rilassiamoci.

Tanto è cambiato: chi c’era e non c’è più, il territorio, la Società, il ciclismo e ovviamente anche il Velo Club Mendrisio.

Renzo Bordogna ha saputo durante 30 anni di Presidenza elevare il Club a livelli di eccellenza

sia dal profilo sportivo della gestione delle squadre, sia dal profilo organizzativo. Nessuno può esimersi dal riconoscimento a Renzo questo merito oltre al fatto di amare profondamente questo sport.

Dal 21 gennaio 2000 ho assunto l’eredità della Presidenza del Velo Club.

Continuare a mantenere l’ottimo livello raggiunto rappresenta senza dubbio una grande sfida: per me, per il Comitato e per tutto il Club.Dico grande sfida perché la realtà del ciclismo è negli ultimi anni notevolmente cambiata. Il livello è salito di molto sia nelle categorie maggiori che in quelle minori, determinando la necessità di profondere molto impegno per arrivare a risultati di qualità.

Il Velo Club Mendrisio è oggi l’unico Club in Ticino ad essere impegnato in tutte le categorie: dagli scolari agli élités.

Il frizzante gruppo di circa 20 scolari rappresenta senza dubbio una importante ricchezza per il Club e ne costituisce la base su cui costruire tutto il movimento; qui ci impegniamo soprattutto per avvicinare i giovani alla bicicletta, anche, e lo sottolineo, i meno dotati. In questa categoria non è il risultato a rappresentare l’obbiettivo primario; da anni sosteniamo che la competizione è auspicabile inizi solo nelle categorie maggiori, anche se a volte l’agonismo fra i giovanissimi spinge comprensibilmente ad anticipare i tempi.

Più su troviamo un buon gruppo di esordienti; tutti usciti dalla nostra sezione scolari, gli juniori e infine, quale fiore all’occhiello del Club, una squadra competitiva di under 23-élités.

Complessivamente ci impegniamo ogni fine settimana per portare alle corse circa 40 ragazzi. Un grande impegno e spesso grandi soddisfazioni.

Dal punto di vista organizzativo siamo impegnati su molti fronti: organizzeremo il Giro dei 6 Comuni a marzo e il Giro del Mendrisiotto a ottobre, due corse scolari, la 24 ore di mountain bike e altre manifestazioni, quali il capannone delle feste alla Fiera di San Martino, che contribuiscono a portare al club importanti risorse finanziarie.

Tutto questo è possibile grazie ai soci del Club, agli sponsor, ai membri di comitato, a tutti i collaboratori, ai genitori che spesso ci danno un prezioso contributo ed agli amici che ci sostengono in svariati modi.

Questa importante stagione del centenario rappresenta per noi anche una occasione per presentarci al pubblico; l’auspicio è quello di avvicinare al Club nuovi amici e soprattutto nuovi ragazzi che intendano buttarsi nell’affascinante mondo del ciclismo.

Gli appuntamenti più importati sono rappresentati dalla tappa del Giro della Svizzera a giugno

e della settimana di festeggiamenti ufficiali in ottobre.

Il libro sul secolo di vita del Velo Club Mendrisio ci darà inoltre l’occasione per conoscere la storia del nostro glorioso passato ed alimentare l’entusiasmo per il futuro.

Il passato come insegnamento dunque anche se la realtà mi obbliga a pensare al presente e soprattutto al futuro. Per rilassarmi pensando al passato avrò tempo, nel 2025 per il 125° anniversario del Velo Club Mendrisio.

E permettetemi l’ottimismo.

Marco Sangiorgio, 2001

Presidente Velo Club Mendrisio

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com